Home

Bandi

Progetti

Corsi di Formazione

Iscrizione MailingList
Pubblico Privato

Ti terremo sempre informato.

home » Bandi » Agricoltura » PSR 2007/2013 - Misura 121 Ammodernamento delle aziende agricole

PSR 2007/2013 - Misura 121 Ammodernamento delle aziende agricole

• Gazzetta: Numero 28 del 19-06-2009

• Soggetti interessati: Aziende Private

• Ente finanziatore: REGIONE SICILIA - ASSESSORATO DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI ´┐Ż DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI

• Linea di intervento/Misura
Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 - Misura 121

• Procedura
Bando Aperto con meccanismo procedurale c.d. di “stop and go”

• Obiettivo
Sostenere le imprese agricole che realizzano investimenti materiali e immateriali e funzionali al conseguimento dell’obiettivo prioritario regionale “Ammodernamento e sviluppo di un sistema di imprese competitivo” ed in particolare alla ristrutturazione e ammodernamento del sistema produttivo agricolo e agro-industriale orientato al miglioramento del rendimento globale e al riposizionamento delle imprese sui mercati.

• Soggetti proponenti
Imprenditori agricoli singoli e associati, in forma di cooperative o di società di persone o di società di capitali per la conduzione e gestione di una o più aziende agricole, anche in forma consortile mista.
Settori Produttivi su cui si intende intervenire:
- cerealicolo-foraggero;
- oleaginoso;
- proteico;
- sementiero (per tale settore gli interventi saranno rivolti al miglioramento della qualità senza incremento della capacità produttiva);
- orticolo;
- florovivaistico;
- agrumicolo;
- frutticolo;
- olivicolo;
- vitivinicolo;
- colture no food (anche bioenergetiche);
- zootecnico:
1. latte: bovini, bufalini, ovini, caprini ed asinini;
2. carne: bovini, ovini, caprini e suini;
3. allevamenti minori: apicoli, elicicoli , avicoli per la produzione di uova e carne, equini da carne ed equini destinati ad attività sportive e/o turistiche, cunicoli di razze da carne, selvaggina a scopo di ripopolamento e/o venatorio e a scopo alimentare, struzzi.

• Territorialità
Regione Sicilia

• Misura dell'agevolazione

50% del costo dell’investimento ammissibile, qualora la superficie oggetto d’investimento ricada nelle zone montane, zone caratterizzate da svantaggi naturali e Natura 2000 e zone connesse alla direttiva n. 2000/60/CE.
40% del costo di investimento ammissibile qualora la superficie oggetto d’investimento ricada nelle altre zone;

Nel caso di giovane imprenditore agricolo è pari al:
60% del costo di investimento ammissibile qualora la superficie oggetto d’investimento ricada nelle zone montane, zone caratterizzate da svantaggi naturali e Natura 2000 e zone connesse alla direttiva n. 2000/60/CE.
50% del costo di investimento ammissibile qualora la superficie oggetto d’investimento ricada nelle altre zone.


• Risorse del bando
€. 250.000.000,00 per l’intero periodo di programmazione

• Tipologie di investimento

- Acquisto di terreni agricoli per un costo non superiore al 10% delle spese ammissibili dell’investimento e successivamente liquidabili;
- Costruzione, acquisizione o miglioramento delle strutture aziendali al servizio della produzione, lavorazione, trasformazione e commercializzazione delle produzioni, ivi comprese quelle terricole;
- La realizzazione di nuovi impianti colturali nonché la ristrutturazione, la riconversione colturale e varietale, l’espianto, l’ammodernamento e l’adeguamento e degli impianti alle esigenze dei consumatori e ai nuovi orientamenti dei mercati;
- L’acquisto, o il leasing con patto di acquisto, di nuove macchine agricole,macchinari, impianti tecnologici o attrezzature da impiegare nella produzione, lavorazione, trasformazione e/o commercializzazione delle produzioni per aumentare la produttività del lavoro, ridurre i costi di produzione, migliorare la qualità, migliorare le condizioni di lavoro e/o gli standard di sicurezza;
- Gli investimenti strutturali e rotazionali per la logistica aziendale, in particolare gli investimenti per la razionalizzazione della catena del freddo con interventi innovativi a livello di stoccaggio, lavorazione e trasporto;
- Gli investimenti produttivi finalizzati alla tutela e al miglioramento dell’ambiente;
- Gli investimenti per il risparmio energetico e gli investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili (impianti di capacità inferiore a 1 MW) con prevalente approvvigionamento aziendale e commisurati ai fabbisogni energetici di autoconsumo;
- Gli investimenti per la realizzazione di nuovi impianti di piantagioni arboree a ciclo breve (Short rotation), per la produzione di biomasse a finalità energetica, purché sostenibili dal punto di vista ambientale;
- Investimenti finalizzati al risparmio idrico e al miglioramento della qualità delle acque, ivi compresa la realizzazione di piccoli invasi aziendali ed opere di captazione, adduzione e distribuzione, nel rispetto della direttiva quadro sulle acque;
- Investimento per il miglioramento delle condizioni igieniche e benessere degli animali;
- Investimenti finalizzati al rispetto dei requisiti comunitari di nuova introduzione nonché al rispetto di requisiti esistenti solo nel caso di giovani che si insediano in agricoltura per la prima volta;
- Investimenti finalizzati all’introduzione di sistemi di qualità, tracciabilità e gestione ambientale;
- La realizzazione di punti vendita delle produzioni aziendali;
- Acquisizione di hardware e software connessi agli investimenti, finalizzati anche all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione e al commercio elettronico, nonché primo allacciamento e accesso alla rete;
- Investimenti immateriali connessi agli investimenti di cui ai precedenti punti, quali onorari di professionisti e consulenti, ricerche e analisi di mercato, studi di fattibilità, acquisizione di brevetti e licenze.


• Requisiti
a) Progetto immediatamente cantierabile;
b) Possedere nella qualità di proprietari e/o affittuari e/o comodatari per una durata minima di almeno 8 anni a decorrere dal momento della presentazione della domanda, una base aziendale con un livello minimo di “reddito lordo standard aziendale” (RLSA) di:
- almeno 10 UDE per le aziende ubicate nelle aree C e D, ad eccezione delle isole minori nelle quali il livello si riduce ad almeno 5 UDE;
- almeno 12 UDE per le aziende ubicate nelle aree A e B.
c) Rispetto delle norme obbligatorie applicabili all’investimento interessato
d) Presentare il “Piano aziendale degli investimenti” attraverso l’utilizzo dello schema appositamente predisposto, disponibile successivamente sul sistema, al fine di dimostrare la sostenibilità finanziaria degli interventi ed il miglioramento del rendimento globale dell’azienda, compresi gli aspetti legati al rispetto dell’ambiente e del paesaggio in e) nformità alla scheda di misura del PSR 2007/2013
e) Non essere nelle condizioni di soggetti “inaffidabili” così come definiti nelle “Disposizioni attuative e procedurali” – Misure a investimento – Parte Generale - PSR Sicilia 2007/2013 capit. 3 “Domanda di aiuto”

• Contatti

Sede di PALERMO Tel.: 091-6118637 – Fax: 091-6129452

Sede di SCIACCA

 

Tel./Fax: 0925-87009

Email: info@agriconsultingsnc.it
 
 
Agriconsulting di Giovanni Di Cristina & C. s.n.c.
90139 Palermo (Pa) - Via Pasquale Calvi, 2H
Tel. +39 091 6118637 - Fax: +39 091 6129452
 
Aggiungi a preferiti Partita IVA: 05660040824 gestione